Comune di Travo

Ai sensi della L.R. 11/2012 le associazioni piscatorie rilasciano il tesserino di pesca controllata ai pescatori in regola con il versamento della tassa di concessione richiesta per la licenza di pesca sportiva.

Per l'anno 2013 l'importo da versare per la licenza di tipo B ammonta a 22,72. Per la licenza di tipo C l'importo è di 6,80.
(link alla pagina tributi regionali Emilia-Romagna)
I versamenti vanno effettuati utilizzando un bollettino postale nel quale debbono essere riportati i dati anagrafici del pescatore e la causale del versamento (conto corrente per il versamento n. 116400 intestato alla Regione Emilia-Romagna - TCR). Ricevuta e documento di identità vanno esibiti in caso di controllo.



ASSOCIAZIONI PISCATORIE - PIACENZA

A.S.D. - Sezione Provinciale Pesca Sportiva di Piacenza (F.I.P.S.A.S.) con sede in Piacenza, via Calciati 14
Associazione ARCI Pesca FISA - Comitato Provinciale di Piacenza con sede in Piacenza, via Serravalle Libarna 5
Comitato Provinciale U.N.Pe.M. di Piacenza con sede in Piacenza, via Chiapponi 44
Unione Nazionale ENALCACCIA Pesca Tiro - Sezione Provinciale di Piacenza con sede in Piacenza, via Verdi 40
Associazione Nazionale Libera Caccia-Pesca sez. di Piacenza con sede in Pianello Val Tidone, via Carella 41



LEGGE REGIONALE 07 novembre 2012, n. 11
NORME PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E DELL'ECOSISTEMA ACQUATICO E PER LA DISCIPLINA DELLA
PESCA, DELL'ACQUACOLTURA E DELLE ATTIVITÀ CONNESSE NELLE ACQUE INTERNE


Art. 11
Esercizio della pesca
1. Ai fini della presente legge è considerato esercizio della pesca ogni azione tesa alla cattura o al prelievo di
specie ittiche.
2. L'esercizio della pesca è consentito a coloro che sono in possesso di una delle seguenti licenze:
a) licenza di tipo A: della durata di dieci anni decorrenti dal giorno del rilascio, autorizza l'esercizio della pesca
professionale con gli attrezzi specificamente individuati dal regolamento di cui all'articolo 26;
b) licenza di tipo B: della durata di un anno decorrente dal giorno del versamento della tassa di concessione,
autorizza i residenti in Emilia-Romagna all'esercizio della pesca sportiva o ricreativa con gli attrezzi
specificamente individuati dal regolamento di cui all'articolo 26;
c) licenza di tipo C, il cui onere è pari al 30 per cento del costo della tassa di concessione annuale prevista per
la licenza di tipo B: della durata di trenta giorni decorrenti dal giorno del versamento della tassa di concessione,
autorizza i residenti in Emilia-Romagna e i non residenti all'esercizio della pesca sportiva o ricreativa con gli
attrezzi specificamente individuati dal regolamento di cui all'articolo 26.
3. La licenza di pesca è valida per tutto il territorio nazionale, secondo quanto previsto dalla legislazione statale
in materia
.

Art. 14
Pesca sportiva e licenza
1. La licenza di pesca sportiva che autorizza l'esercizio della pesca sportiva o ricreativa è costituita dalla
ricevuta di versamento della tassa di concessione in cui sono riportati i dati anagrafici del pescatore, nonché la
causale del versamento. La ricevuta deve essere esibita unitamente a un documento d'identità valido
.
2. La licenza di pesca sportiva non è richiesta:
a) a coloro che su incarico o espressa autorizzazione della Regione o degli enti territorialmente competenti
svolgono catture di esemplari di fauna ittica nell'ambito d'interventi programmati dalla pubblica
amministrazione o nell'ambito di programmi di studio o di ricerca;
b) agli addetti a qualsiasi impianto di piscicoltura durante l'esercizio della loro attività e nell'ambito degli
impianti stessi;
c) ai minori di anni dodici se accompagnati da un maggiorenne munito di licenza di pesca o esentato ai sensi
del presente articolo
;
d) ai minori di anni diciotto, se in possesso di attestato di frequenza a un corso di avvicinamento alla tutela
della fauna ittica e dell'ecosistema acquatico e all'esercizio della pesca, organizzato dalle associazioni
piscatorie
;
e) a coloro che abbiano superato il sessantacinquesimo anno di età;
f) ai soggetti di cui all'articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza,
l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate);
g) agli stranieri per la partecipazione a competizioni sportive;
h) per la pesca a pagamento;
i) per la pesca in spazi privati.
3. La licenza di pesca rilasciata nelle altre regioni e nelle Province autonome di Trento e Bolzano ha validità sul
territorio della Regione Emilia-Romagna
.

Art. 15
Tesserino di pesca controllata
1. I pescatori in regola con il versamento della tassa di concessione richiesta per la licenza di pesca sportiva
che intendono esercitare la pesca nelle acque a salmonidi o timallidi devono munirsi del tesserino regionale di
pesca controllata per la registrazione delle catture.

2. Su proposta dell'ente territorialmente competente, sentita la Commissione ittica locale, la Giunta regionale
può prescrivere l'adozione di analogo tesserino per la pesca in altre acque.
3. I tesserini di pesca controllata sono rilasciati dall'ente territorialmente competente, secondo le direttive
emanate dalla Giunta regionale.
4. Gli enti territorialmente competenti, anche attraverso le associazioni piscatorie, provvedono al ritiro dei
tesserini di cui ai commi 1 e 2, ai fini del conteggio delle presenze e dei prelievi di pesca.